marzo 25, 2019Numero di Telefono: 02 / 80294401Email: mbac-pm-lom@mailcert.beniculturali.it

Avvisi e comunicazioni

Certosa di Pavia
Home / Avvisi e comunicazioni

Dove siamo Orario ingresso Visite guidateCarta dei ServiziNews in primo piano Avvisi e Comunicati

Linea sito

AVVISO
POLO MUSEALE DELLA LOMBARDIA
Bando afferente il supporto al servizio di vigilanza e accoglienza di alcuni Musei del Polo Museale della Lombardia: procedura ristretta per l’appalto di servizi (corrispettivo stimato di importo pari a 497.955,00 euro) CIG: 7240354123
1.OGGETTO DELL’APPALTO E IMPORTO A BASE DI GARA
Il presente bando di gara contiene le indicazioni relative alle modalità di partecipazione alla procedura indetta dal Polo Museale della Lombardia, alle modalità di compilazione e presentazione dell’offerta, ai documenti da presentare a corredo della stessa e alla procedura di aggiudicazione nonché le altre ulteriori informazioni relative all’appalto avente ad oggetto il supporto al servizio di vigilanza e accoglienza di alcuni musei afferenti al Polo Museale della Lombardia.
Nello specifico: Bando-servizio-vigilanza-Musei
Si allega : Capitolato-servizi-vigilanza-MuseiLettera-invito-appalto-servizio-vigilanza-presso-i-musei-del-Polo Modello di domanda di partecipazione

Linea sito

INFORMAZIONI:

Si informa che il Museo della Certosa resterà aperta il 25 aprile e il 1 maggio 2016, rispetterò il seguente orario h. 9.00-11.30 – 14.30-17.30

Orari di apertura
Apertura al pubblico – Ingresso libero
da giovedì a domenica
9.00-11.30 e 14.30-16.30 da novembre a febbraio
9.00-11.30 e 14.30-17.00 marzo e ottobre
9.00-11.30 e 14.30-17.30 aprile e settembre
9.00-11.30 e 14.30-18.00 da maggio ad agosto

Informazioni e prenotazioni
L’apertura del museo è subordinata agli orari di apertura e chiusura del complesso certosino.
Per la visita alla chiesa ed al complesso monunentale della Certosa, rivolgersi direttamente ai Padri cistercensi.

Il Museo della Certosa ha sede nel prestigioso Palazzo Ducale, residenza estiva visconteo-sforzesca e foresteria per ospiti illustri, ubicato lungo il lato meridionale del cortile della Chiesa.
L’edificio di impronta tardo-manierista, modificato intorno al 1621 da un intervento in facciata dell’architetto Francesco Maria Richini, presenta una successione lineare di finestre tra semicolonne che conferiscono eleganza e luminosità all’intera struttura.

La prima idea per la costituzione di un Museo della Certosa venne proposta al Ministero Pubblica Istruzione nel 1883 dall’architetto milanese Tito Vespasiano Paravicini, noto autore di libri di architettura rinascimentale lombarda e che aveva eseguito un primo rilievo accurato della facciata certosina. Fu sua la proposta di iniziare a raccogliere e ordinare in un solo locale molti marmi, terracotte e pezzi diversi, per costituire un Museo in certo senso complementare alla Certosa medesima.

Start typing and press Enter to search