settembre 22, 2018Numero di Telefono: 02 / 80294401Email: mbac-pm-lom@mailcert.beniculturali.it

SINTESI DELLE ATTIVITÀ NEI MUSEI

Home / SINTESI DELLE ATTIVITÀ NEI MUSEI

SINTESI DELLE ATTIVITÀ 2017 NEI MUSEI

In estrema sintesi, tra le diverse attività del Polo, possiamo segnalare le seguenti attività straordinarie di valorizzazione e tutela, in aggiunta all’adesione alle iniziative ministeriali (San Valentino, Festa della Donna, Notte dei Musei, Festa dei Musei, …). Si segnala inoltre che presso i Musei di Cividate Camuno, Grotte di Catullo a Sirmione, Palazzo Besta a Teglio e Mantova si sono svolte attività di alternanza Scuola-Lavoro; che presso i Musei di Cividate Camuno, di Vigevano e di Mantova hanno prestato servizio volontari del servizio civile.

Museo del Cenacolo Vinciano di Milano:
1) Predisposizione servizio guardaroba (attivato il 2 gennaio 2018);
2) Sistemazione e rinnovo dell’ingresso con messa a norma e provvedimenti in materia di sicurezza dei lavoratori ai sensi del D.Lgs
81/2008;
3) Adeguamento alle indicazioni sulla sicurezza pubblica, come da indicazioni impartite dal Prefetto di Milano sin da maggio 2015
(vigilanza armata e inserimento metal detector, divieto d’ingresso in Museo con bagagli);
4) Realizzazione di un primo sistema di emergenza di monitoraggio sismico;
5) Realizzazione di un nuovo sistema di monitoraggio ambientale;
6) Climatizzazione locale ingresso Museo;
7) Realizzazione lavori rinforzo strutturale voltine verso il chiostro dei Morti;
8) Posa in opera 2^ UTA;
9) Fornitura 3^ UTA e appalto lavori posa in opera e impiantistica relativa;
10) Formazione di un gruppo di ricerca internazionale sui temi della chimica dell’atmosfera e dei mutamenti sismici del territorio
italiano;
11) Vigilanza armata a riscontro delle indicazioni in materia di sicurezza da parte delle autorità competenti;
12) Programmazione delle attività manutentive del dipinto murale con l’ISCR;
13) Restauro affreschi corridoio d’ingresso (appalto in fase di aggiudicazione, in seguito ad autorizzazione competente SABAP-MI);
14) Predisposizione segnaletica integrativa e monitor nel vano accoglienza, per segnalazioni multilingue al pubblico;
15) Appaltati i lavori di manutenzione straordinaria coperture;
16) Progettazione manutenzione straordinaria impianti idraulici e servizi igienici;
17) Inizio attività della Commissione scientifica per la gestione e tutela del Cenacolo, di cui è presidente il Direttore Generale
dott. Lampis e cui partecipano la Soprintendenza e l’ISCR;
18) Potenziamento e manutenzione sonde di controllo microambientale;
19) Estensione degli idiomi di riferimento, tramite realizzazione di materiali informativi in cinese e tedesco, oltre alle lingue
già disponibili;
20) Studio e prima apertura di canali di comunicazione digitale;
21) Proroga a giugno 2018 (da 1 settembre 2017) della concessione servizi aggiuntivi a RTI avente Skira capomandataria.

Rocca Scaligera di Sirmione:
1) Messa in sicurezza di camminamenti, corpi scala e ringhiere, adeguandoli alla normativa, con parapetti, ringhiere, rinforzi
strutturali
2) Realizzazione di un sistema di illuminazione per i corpi scala e per i camminamenti, per la sicurezza del visitatore e per
migliorare la fruizione del monumento
3) Pulizia e manutenzione di tutti i prospetti del monumento, interni ed esterni, nonché del fossato, tramite diserbo e
consolidamento degli intonaci, anche con operai in fune
4) Posa della pavimentazione in acciottolato nel cosiddetto “secondo cortile” o cortile meridionale, dotato anche di illuminazione;
ora lo spazio è pronto per accogliere sia il normale pubblico che eventi straordinari
5) Realizzazione di opuscoli informativi in otto lingue (italiano, inglese, tedesco, francese, spagnolo, olandese, russo, ebraico)
a distribuzione gratuita
6) Posa di cinque panche per il pubblico distribuite tra i cortili del Castello
7) Realizzazione di “biglietteria locale”, per snellire la gestione degli afflussi
8) Ristrutturazione del bagno, reso più funzionale e più accogliente internamente e dotato di un nuovo rivestimento
9) Dragaggio all’imbocco di darsena e canale, con rimozione di circa 120 mc di detriti e materiali d’accumulo
10) Realizzazione della nuova carpenteria con scale e solai per la torre N-E della Darsena, per consentirne la fruizione anche al
primo e secondo piano, in vista dell’apertura al pubblico della Darsena, sinora mai fruibile; realizzazione anche di ringhiere e
rinforzi strutturali sugli spazi di transito alla torre (lato nord della Darsena)
11) Inizio, a settembre 2017 (conclusione lavori febbraio 2018), del restauro di 580 mq di intonaci sul lato Nord della Darsena
12) Apertura, grazie alla disponibilità del personale e ad accordi di valorizzazione, del museo, sette giorni su sette, tra agosto e
settembre

Grotte di Catullo a Sirmione:
1) Realizzazione e costruzione di nuovi bagni per il pubblico e nuovi spogliatoi per il personale;
2) Bonifica e riapertura al pubblico della spiaggia Giamaica, realizzandovi inoltre bagni, spogliatoi e un piccolo bar, dato in
concessione;
Regolarizzazione e livellamento dell’impervia stradina di collegamento tra piazzale Orti Manara e la spiaggia Giamaica, ora
facilmente e agevolmente percorribile;
3) Realizzazione nuova scalinata in pietra d’accesso alla foresteria, con ringhiere;
4) Restauro totale e nuova impiantistica nella foresteria, ora abitabile;
5) Restauro delle antiche mura del settore difensivo, per uno sviluppo lineare di circa 80 mt;
6) Restauro di basi, colonne, capitelli e altri elementi lapidei antichi, sparsi nell’area;
7) Realizzazione di circa 600 metri lineari di ringhiere per la sicurezza del pubblico entro l’area;
8) Messa in sicurezza di tutti i percorsi, tramite nuove ringhiere e tramite la manutenzione o il rifacimento dei corpi scala;
9) Realizzazione di opuscoli informativi in otto lingue (italiano, inglese, tedesco, francese, spagnolo, olandese, russo, ebraico)
a distribuzione gratuita;
10) Realizzazione di un nuovo parcheggio, anche a uso dei disabili;

11) Piantumazione di oltre 500 metri di nuove siepi in rosmarino nei percorsi interni;
12) Realizzazione di un’area accoglienza all’aperto, varcato l’ingresso del Museo, con panche, seduta con vista panoramica, piante e
siepi;
13) Realizzazione di nuovo impianto che corre per circa 1100 ml entro l’area archeologica, per il passaggio dell’elettricità, del
wi-fi
e la predisposizione dell’impianto di irrigazione;
14) Realizzazione dell’impianto di illuminazione notturna e monumentale;
15) Messa in opera della “biglietteria locale”, per snellire la gestione degli afflussi;
16) Riordino e pulizia integrale delle vetrine del Museo;
17) Preparazione di nuovo capitolato per la manutenzione dell’oliveto e progettazione di nuova gestione dell’oliveto stesso, al fine
di configurarsi quale “impresa agricola” e produrre in proprio l’olio per finalità commerciali;
18) Acquisto di due binocoli panoramici, posti all’interno dell’area e a uso gratuito;
19) Apertura, grazie alla disponibilità del personale e ad accordi di valorizzazione, del museo, sette giorni su sette, tra agosto e
settembre;
20) Progettazione definitiva del restauro della Grande Cisterna (aspetti restauro delle superfici);
21) Progettazione preliminare del restauro della Grande Cisterna (aspetti architettonici);
22) Progettazione definitiva della sistemazione del piazzale Orti Manara, presentata in autorizzazione monumentale e paesaggistica (in
redazione progetto definitivo per autorizzazione sismica).

Museo della Certosa di Pavia:
1) Realizzazione del nuovo apparato didattico del Museo (Pinacoteca e Collezione delle sculture);
2) Realizzazione di opuscoli informativi in italiano e inglese a distribuzione gratuita;
3) Restauro dei paramenti tessili conservati nelle teche;
4) Restauro di due candelabre marmoree di primo Cinquecento su finanziamento di Banca Intesa, per l’esposizione alla mostra a Venaria
Reale (2018);
5) Restauro di busti in marmo quattrocenteschi raffiguranti Profeti;
6) Realizzazione di nuovo impianto idraulico;
7) Progetto preliminare per la climatizzazione del piano terreno del Museo.

Museo Archeologico Nazionale di Mantova:
1) Mostra “Dipinti sull’acqua. Da Benvenuti a de Conciliis”, a cura di N. Demina (6 aprile – 4 giugno 2017).
2) Spettacolo teatrale “Guardiania”, 21 febbraio 2017;
3) Ristampa opuscolo “Amanti di Valdaro”, 16pp., a distribuzione gratuita;
4) Realizzazione del nuovo allestimento dedicato agli “Amanti di Valdaro”, presentato al pubblico il 7 dicembre 2017; con esso è stato
aperto per la prima volta in maniera stabile il primo piano (seppure solo per una parte del piano stesso);
5) Estensione dell’orario di apertura;
6) Pubblicazione guida Museo Archeologico Nazionale di Mantova. Mantua: una città romana, testi di N. Giordani e S. L’Occaso, 64 pp,

7) Collegamento con la Domus romana di piazza Sordello, sito di gestione comunale ma la cui apertura è stata consentita nel corso del
2017 grazie a personale pagato dal Polo, al fine di creare un nesso tra la massima emergenza della Mantova romana e il Museo
Archeologico.
8) Progettazione preliminare del completamento del primo piano con le sezioni preistorica e protostorica;
9) Progettazione esecutiva e pubblicazione di bando di gara per il completamento della sezione al piano terreno dedicata alle
sepolture romane e al monumento di tipologia sarsinate; i marmi destinati all’allestimento sono stati tutti restaurati e rilevati
con laser-scanner nel corso del 2017;
10) Spostamento “cabina di regia” al piano terreno;

Palazzo Besta di Teglio:
1) Mostra “I Besta e i Guicciardi «In pace egualmente che in guerra illustri». Spunti per la storia di due famiglie nobili
valtellinesi attraverso i documenti d’archivio” in collaborazione con l’Archivio di Stato di Sondrio.
2) Conclusione restauro dei dipinti murali della Sala Romana.
3) Realizzazione del nuovo apparato didattico del Museo.
4) Realizzazione di opuscoli informativi in tre lingue (italiano, inglese, tedesco) a distribuzione gratuita.
5) Acquisto di vetrine e pannelli per esposizioni temporanee.
6) Acquisto di arredi e materiali per attività didattica.
7) Predisposizione di progetti didattici per le scuole.
8) Apertura di tutte le domeniche nel periodo estivo (giugno-ottobre).
9) Ampliamento dell’orario serale in alcuni giornate estive di grande affluenza di pubblico tramite accordo di valorizzazione con il
Comune di Teglio.
10) Realizzazione di nuovo cancelletto in ingresso onde tenere il portone aperto e accogliere il pubblico nell’atrio d’ingresso
(attualmente il pubblico trova sempre il portone chiuso e deve citofonare);
11) Esecuzione dell’impianto di TVCC negli spazi interni del museo e installazione di impianto wi-fi.
12) Esecuzione del rilievo laser scanner di tutto il complesso monumentale.
12) Restauro del pozzo del cortile centrale.
13) Progetto esecutivo per climatizzazione piano terra, realizzazione nuovo spazio di accoglienza e biglietteria, in fase di appalto.
14) Restauro della pavimentazione del cortile centrale, in fase di appalto.
15) Progettazione esecutiva dell’impianto di illuminazione esterna.
16) Progettazione dell’impianto TVCC esterno del Museo.
17) Progettazione preliminare dell’impianto di illuminazione del cortile interno.
18) Progettazione preliminare dell’impianto di illuminazione delle sale del Museo.

MuPre di Capo di Ponte:
1) Restauro vasche espositive;
2) Restauro stele;
3) Intervento di manutenzione straordinaria e di misure antipiccione per i materiali esposti all’aperto;
4) Intervento di restauro su legni protostorici e relativo trasferimento in museo; documentazione grafica della vasca lignea in vista
del prossimo allestimento espositivo dei reperti;
5) Manutenzione dei 5 touchscreen con nuovi materiali informativi e didattici;
6) Pubblicazione della Guida del Museo, a cura di R. Poggiani Keller, pp. 168; con premessa di S. L’Occaso e contributi di M.G.
Ruggiero, S.R. Solano;
7) Schedatura delle stele e loro caratterizzazione litologica nell’ambito del Progetto “Monitoraggio e buone pratiche di tutela del
patrimonio del sito UNESCO n. 94 Arte rupestre della Valle Camonica: nuove aree, monoliti dell’età del Rame e pitture”, a valere
sulla Legge UNESCO 77/06 E.F. 2015;
8) Convegno, Il soggetto è responsabile? Modelli e percorsi di gestione per lo sviluppo dei siti Unesco, 27 ottobre 2017 con Regione
Lombardia e Comunità Montana di Valle Camonica;
9) Collaborazione per i nuovi pannelli esplicativi del Parco Archeologico Nazionale dei Massi di Cemmo dal quale provengono 24 stele
esposte nel Museo per costruire un percorso integrato “Dal Parco al Museo”;
10) Gestione bigliettazione integrata con il Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri (loc. Naquane) e accordo con la SABAP-BS per
supporto ad accoglienza e vigilanza.

Museo Archeologico della Lomellina di Vigevano:
1) Restauro di reperti preistorici, protostorici e di epoca romana;
2) Progetto esecutivo, con bando pubblicato, per l’allestimento al piano terreno, nello spazio ora vuoto, della sezione dedicata alla
preistoria e protostoria del territorio (aprile 2018).
3) Interventi di manutenzione della pavimentazione
4) Interventi per la messa in sicurezza e per l’accessibilità del sito (rampa d’accesso per disabili, corrimano, …)
5) Realizzazione dell’impianto di TVCC del Museo.
6) Ampliamento dell’esposizione della sezione romana con l’aggiunta di quattro nuove vetrine, con relativo apparato didattico,
presentate in occasione delle “Giornate del Patrimonio”;
7) Attività di inventariazione e di catalogazione di reperti conservati nei depositi per i passaggi di consegne dalla SABAP e per il
nuovo allestimento della sezione pre-protostorica.

Museo Archeologico Nazionale della Valle Camonica a Cividate Camuno:
1) Selezione materiali nei magazzini per nuovi percorsi espositivi;
2) Riordino magazzini;
3) Restauro di intonaci e materiali della tarda età del Ferro e di epoca romana;
4) Progetto preliminare per i lavori in vista della sistemazione dello stabile Incubatore d’Imprese, da destinare a nuova sede del
Museo, con allestimento su due piani e con una superficie espositiva tre volte superiore rispetto all’attuale;
5) Concorso “Il museo che vorrei” con le scuole di Cividate Camuno.

Cappella Espiatoria di Monza:
1) Restauro mosaici sulle volte della cripta;
2) Restauro candelieri e arredi liturgici;
3) Razionalizzazione patrimonio vegetale;
4) Progetto definitivo per la sistemazione di locale accessorio a ufficio del personale del Museo (attualmente mancante);
5) Progetto preliminare per restauro esedra;
6) Aperture tematizzate nel quadro delle iniziative FAI;
7) Collaborazione con Corpo Forestale dello Stato (ora Arma dei Carabinieri) per lo studio e la cura del patrimonio vegetale.

Per il Polo Museale della Lombardia sede di Palazzo Litta:
3) Trasferimento degli uffici al secondo piano di Palazzo Litta;
2) Fornitura nuovo arredo uffici al secondo piano;
3) Pubblicazione del libro Le Arti del Disegno. Architettura Ornato Figura, ISBN 978-88-85469-42-6, 190 pp., a cura di S. L’Occaso e
M.C. Loi;
4) Pubblicazione dei bandi per il casierato presso le Grotte di Catullo e il Cenacolo Vinciano.
5) Il Polo ha supportato nel corso del 2017 le aperture del Parco Nazionale delle Incisioni Rupestri di Naquane di Capo di Ponte (BS),
gestito dalla SABAP-BS; il bando per il supporto alla vigilanza nei Musei del 2018 include il Parco di Naquane e la Villa Romana di
Desenzano (BS), anch’esso gestito dalla SABAP-BS.

Linea sito

SINTESI DELLE ATTIVITÀ DEL 2016

In estrema sintesi, tra le diverse attività del Polo, possiamo segnalare le seguenti attività straordinarie di valorizzazione e tutela, compiute nel 2016, in aggiunta all’adesione alle iniziative ministeriali (San Valentino, Festa della Donna, Notte dei Musei, Festa dei Musei, …).
Per le attività qui sotto elencate, la Direzione del Polo esprime la più sincera gratitudine a tutto il personale dell’Istituto, per la continua e solerte collaborazione.

Per il Museo del Cenacolo Vinciano di Milano:
 Sistemazione e apertura nuova biglietteria.
 Sistemazione e rinnovo dell’ingresso con messa a norma e provvedimenti in materia di sicurezza dei lavoratori ai sensi del D.Lgs 81/2008 e di sicurezza pubblica, come da indicazioni impartite dal Prefetto di Milano sin da maggio 2015.
 Acquisizione e riordino nuovo spazio museale (per incremento misure di sicurezza
passiva antiterrorismo) da adibire a centro di ricerca.
 Realizzazione di un primo sistema di emergenza di monitoraggio sismico.
 Realizzazione di un nuovo sistema di monitoraggio ambientale.
 Prima razionalizzazione del patrimonio vegetale.
 Climatizzazione locale ingresso Museo.
 Progettazione della nuova impiantistica per la conservazione dell’Ultima Cena di Leonardo da Vinci. I progetti per la 2^ UTA (Unità di Trattamento dell’Aria) e per la 3^ UTA. Le medesime rispettivamente all’esecutivo (bando pubblicato) e al definitivo (progetto autorizzato dalla competente Soprintendenza).
 Realizzazione del nuovo logo figurativo del Museo.
 Pubblicazione della nuova guida (luglio 2016).
 Apertura attraverso sponsorizzazione (JTI) ai membri ICOM con aperture straordinarie serali per l’intera durata della settimana ICOM.
 Progettazione mostra sui disegni di Leonardo da Vinci preparatori per l’Ultima Cena (ottobre 2018 – gennaio 2019).

Per il MuPre di Capo di Ponte:
 Realizzazione di interventi manutentivi straordinari e creazione nuova biblioteca.
 Pubblicazione guida del Museo.

Per la Rocca Scaligera di Sirmione:
 Realizzazione nuovi opuscoli in offerta al visitatore, in 8 lingue (italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco, russo, ebraico, olandese).
 Progetto per il restauro e la riapertura al pubblico della Darsena.
 Climatizzazione e manutenzione straordinaria locali per il Personale.
 Progettazione messa in sicurezza percorsi con revisione ringhiere e illuminazione generale del sito.

Per le Grotte di Catullo a Sirmione:
 Riapertura della spiaggia Giamaica (chiusa dal 1988 e da allora usata abusivamente), con ristrutturazione o realizzazione delle infrastrutture e concessione degli spazi (e ottenimento delle autorizzazioni di competenza).
 Eventi teatrali bilingue (inglese e italiano; 16, 17, 23 e 24 settembre) a celebrazione del quadricentenario shakespeariano, dal titolo “A Walk in Shakespeare’s Garden”.
 Climatizzazione locali del Personale.
 Messa in sicurezza di un segmento del percorso di visita con sostituzione ringhiere.
 Restauro scala accesso abitazione custode casiere.
 Restauro tratto mura difensive IV secolo (1° lotto di circa 35 ml).
 Restauro manufatti e frammenti architettonici nell’area.
 Integrando i servizi di vigilanza con personale esterno qualificato, si è consentito il rispetto degli orari di apertura dei siti a differenza di oltre 20 chiusure avvenute nel 2015.
 Progettazione e aggiudicazione lavori nuovi bagni e spogliatoi per il pubblico e per il personale (e ottenimento di autorizzazione monumentale e paesaggistica).
 Progettazione di messa in sicurezza dell’area archeologica, tramite la realizzazione di circa 545 ml di ringhiere.

Per il Museo Archeologico Nazionale di Mantova:
 Mostra “Salvare la Memoria” (24 marzo – 5 giugno 2016).
 Pubblicazione catalogo della mostra Salvare la Memoria (la Bellezza, l’Arte, la Storia).
 Mostra fotografica “Le Georgiche di Virgilio” (7 ottobre – 27 novembre 2016).
 Mostra di opere d’arte contemporanee “Jorrit Tornquist. Il colore sempre” (7 ottobre – 27 novembre 2016).
 Realizzazione dell’allestimento permanente dell’intero piano terreno della superficie museale. La superficie degli spazi espositivi è stata triplicata; sono stati recuperati dai magazzini del Palazzo Ducale una cinquantina di reperti monumentali; i reperti sono stati tutti restaurati; è stata effettuata una campagna fotografica degli stessi e degli altri reperti già presenti in Museo; è stata effettuata una campagna di comunicazione, lavorando sui prospetti esterni della struttura; è stato stampato un opuscolo di presentazione del nuovo Museo; è stato riaperto l’ingresso su piazza Sordello; è stata creata una nuova biglietteria automatica, interrompendo il rapporto di concessionario di biglietteria con Electa (che tratteneva il 29,90% della bigliettazione); è stata prevista la bigliettazione on-line (da far partire); è stata mantenuta la collaborazione con il Palazzo Ducale (biglietto cumulativo integrato).
 Estensione dell’orario di apertura.
 Pubblicazione guida del Museo (stampa prevista gennaio 2017).

Per il Palazzo Besta di Teglio:
 Mostra “La Grande Guerra. Fede e valore” in collaborazione con le Forze dell’Ordine (15 – 25 giugno 2016).
 Mostra “Ariosto, Erasmo, Ortensio Lando. Cosa leggevano i Besta. Un’idea di biblioteca rinascimentale e dieci capolavori di arte contemporanea” in collaborazione con l’Associazione Bradamante (10 agosto – 16 ottobre 2016).
 Restauro (in fase di conclusione) degli affreschi della Sala Romana.
 Progettazione del nuovo apparato didattico del Museo.
 Ampliamento dell’orario di apertura domenicale durante l’estate.
 Rappresentazioni teatrali (2 luglio, 10 settembre), letture dell’Orlando Furioso nell’ambito del Teglio Teatro Festival Valtellina 2016 (31 luglio, 6 agosto), spettacoli musicali e letture di poesie (3 agosto, 10 agosto), conferenze (10 settembre).

Per il Museo Archeologico della Lomellina di Vigevano:
 Mostra “Luci sul Passato. Lucerne romane della Lomellina” (dal 24 marzo al 5 giugno 2016).
 Pubblicazione catalogo “Luci sul Passato. Lucerne romane della Lomellina”, a cura di R. Invernizzi.
 Restauro dei tetti.

Per il Museo Archeologico Nazionale della Valcamonica a Cividate Camuno:
 Numerose iniziative in occasione delle iniziative ministeriali.
 Celebrazioni del 35° anniversario del Museo (9 luglio).
 Inizio progettazione trasferimento del Museo presso il palazzo sede dell’Incubatore d’Imprese.
 Schedatura e restauro reperti.

Per il Museo della Certosa di Pavia:
 Progettazione del nuovo apparato didattico del Museo.
 Restauro materiali lapidei (progettazione e inizio lavori).
 Inizio progettazione climatizzazione.

Per la Cappella Espiatoria di Monza:
 Ristampa opuscolo (in italiano) in offerta al visitatore.
 Eliminazione e smaltimento copertura in eternit in locale garage (in fase di realizzazione).
 Razionalizzazione patrimonio vegetale.

comparazione visitatori 2015 - 16

Start typing and press Enter to search